Significato del Linux Day nel 2011

Luigi B. luigi.b a alice.it
Mer 30 Mar 2011 18:06:35 UTC


Nella nostra mailing lista riguardante i soci si sta parlando di iniziare a 
pianificare il Linux Day di quest'anno. Da questa discussione un vecchio 
socio del LinuxVar, Morris (che la maggior parte di voi conoscerà immagino), 
ha sollevato una questione che penso meriti essere dibattuta pubblicamente, e 
perciò dopo aver chiesto il suo consenso la riporto su questa mailing list.

Di seguito riporto le prima battute tra me e Morris così come ce le siamo 
scritte, tali e quali:


Ciao Morris,
a mio avviso non sei assolutamente polemico e la questione è più che 
pertinente. Sempre a mio avviso questa discussione potrebbe essere posta 
benissimo in ml, ml soci, ma io proporrei addirittura la ml pubblica per far 
si che vi partecipino ancora più persone che vivono l'interesse per Linux.
Perciò se ti va bene (ma prima aspetto un tuo consenso) sposterei questa 
discussione con un copia e incolla in ml pubblica.

Al proposito, immaginando che sarai d'accordo con il postare questa 
discussione, ti risponderò in modo non rivolto esclusivamente a te, ma come 
se parlassi a tutta la ml.

Intanto espongo alcuni miei punti di vista. 

Io penso che chiedersi cosa è il LD può essere correlato a chiedersi cosa è un 
LUG, soprattutto cosa rappresenta oggi. Si dice che per capire chi siamo 
dobbiamo prima ricordarci chi eravamo, questo vale per le persone, ma anche 
per le associazioni di persone, come appunto è un LUG.
Lo scopo di un LUG e del LD è stato quello di promuovere Linux. In passato 
questo SO era semisconosciuto e piuttosto ostico da installare e gestire, 
anche se poi dava delle soddisfazioni da molti punti di vista che ripagavano 
la fatica spesa. Questo valeva soprattutto per chi come noi è appassionato di 
informatica. Oggi le cose sono ben diverse, Linux, attraverso distribuzioni 
come tipicamente è Ubuntu, è molto facile da installare e da gestire. 
Se a tutto questo aggiungiamo il potenziamento di Internet e la diffusione 
della banda larga, si capisce che il bisogno del supporto che si poteva avere 
(e si ha) da un LUG, oggi è molto meno sentito. Aggiungiamo che la diffusione 
di questo SO si sta allargando presso un'utenza molto più vasta di un tempo, 
un'utenza che non è più composta prevalentemente da smanettoni, come eravamo 
e siamo noi.

Ad oggi un LUG ha tenuto la valenza che è prima di tutto l'incontrarsi 
fisicamente (e non solo virtualmente!) tra persone che condividono 
l'interesse per ciò che rappresenta l'associazione a cui si appartiene. 
Questa cosa vale non solo per i LUG, ma per buona parte delle associazioni 
che riguardano un qualche tipo di interesse che costituisce una passione per 
alcune persone.
Questo può essere già un buon motivo per il LD, ovvero far incontrare 
fisicamente gente che condivide la passione per Linux. Internet, i forum, le 
mailing list, i social network, ecc, ecc, sono belli e utili, ma prima di 
tutto siamo esseri umani, e tutti questi strumenti non possono sostituire il 
piacere di guardare in faccia una persona o stringere una mano.

Ovviamente bisogna anche dare dei motivi per far si che le persone si 
incontrino. I tempi cambiano, e la cosa più intelligente è capire come 
cambiano e agire di conseguenza. 
Ritengo che tra gli utenti Linux ci siano ancora molti appassionati, o 
potenziali tali, e con le motivazioni giuste sicuramente verranno ad una 
manifestazione come il LD. 
L'anno scorso abbiamo fatto un Open Day, una cosa veramente minimale, 
pochissimo pubblicizzata, e in sede, dove sappiamo non ci sia un gran spazio, 
eppure ci sono venuti a trovare alcuni visitatori dai quali si percepiva un 
forte interesse per Linux. Penso che con una manifestazione decente, con 
argomenti che possano suscitare l'interesse, e la giusta pubblicità 
all'evento, sicuramente l'afflusso di persone sia ancora interessante.

Potrei aggiungere anche delle idee come ad esempio quella proposta da Ross, 
ovvero l'aprire canali di comunicazioni verso delle strutture che possono 
avere un grande bacino di potenziali utenti, come ad esempio le scuole, ma 
per il momento mi fermo qui e lascio rispondere altri alla discussione 
("altri" che al momento sei solo tu Morris!!! :D ).

Gigi
 

Alle martedì 29 marzo 2011, hai scritto:
> Ciao Gigi,
> sinceramente secondo me sarebbe da rispondere prima a una domanda, la
> pongo a te per non voler apparire polemico
>
> cosa è il linuxday? Faccio questa domanda perchè secondo me il nostro
> problema principale che gran parte dello scopo del Linuxday è venuto a
> mancare. Linuxday era la dimostrazione di una realtà alternativa, ora
> questa realtà alternativa è emersa, probabilmente al gente non sa che cosa
> sia , ma se parliamo di Android , molti sanno cosa è... giusto per fare un
> esempio.
>
>
> Per cui , prima di rispondere , vorrei capire che cosa sia il linuxday. In
> base a che cosa è il linuxday .. poi uno puo' pensare di aderire o meno
>
> ciao e stammi bene
> morris
>



More information about the Talking mailing list