[linux_var] Fwd: Rilasciata Debian 6.0 "Squeeze"

Wolf L.A.B. luigi.b a alice.it
Mar 8 Feb 2011 13:33:08 UTC


Detto da uno slackwerista come me... verrebbe voglia di provarla! ;) (e mi sa 
che la provo!)

-- 
bye :-)

Gigi aka Wolf


Alle lunedì 7 febbraio 2011, Mr. P|pex ha scritto:
> ---------- Messaggio inoltrato ----------
> Da: "Luca Bruno" <lucab a debian.org>
> Data: 06/feb/2011 15.04
> Oggetto: Rilasciata Debian 6.0 "Squeeze"
> A: <debian-news-italian a lists.debian.org>
>
> ------------------------------------------------------------------------
> The Debian Project                                http://www.debian.org/
> Rilasciata Debian GNU/Linux 6.0                         press a debian.org
> 6 Febbraio 2011                http://www.debian.org/News/2011/20110205a
> ------------------------------------------------------------------------
>
> Rilasciata Debian 6.0 "Squeeze"
>
> Dopo 24 mesi di sviluppo costante, il progetto Debian è orgoglioso di
> presentare la sua nuova versione stabile 6.0 (nome in codice
> "Squeeze"). Debian 6.0 è un sistema operativo libero e per la prima
> volta viene fornito in due varianti. Accanto a GNU/Linux, con questa
> versione viene introdotta, come "anteprima tecnologica", Debian
> GNU/kFreeBSD.
>
> Debian 6.0 include il desktop e le applicazioni KDE Plasma, gli
> ambienti desktop GNOME, Xfce e LXDE oltre ad ogni sorta di applicazione
> server. È inoltre garantita la compatibilità con FHS v2.3 e con software
> sviluppato per la versione 3.2 delle specifiche LSB.
>
> Debian funziona su dispositivi di ogni tipo, dai palmari ai
> supercomputer. Supporta inoltre un totale di nove architetture: 32-bit
> PC / Intel IA-32 (i386), 64-bit PC / Intel EM64T / x86-64 (amd64),
> Motorola/IBM PowerPC (powerpc), Sun/Oracle SPARC (sparc), MIPS (mips
> (big-endian) e mipsel (little-endian)), Intel Itanium (ia64), IBM
> S/390 (s390) e ARM EABI (armel).
>
> Debian 6.0 "Squeeze" introduce in anteprima due nuovi port del kernel
> del progetto FreeBSD sul sistema Debian/GNU: Debian GNU/kFreeBSD per i
> PC a 32-bit (kfreebsd-i386) e a 64-bit (kfreebsd-amd64). Questi port
> sono in assoluto i primi inclusi in un rilascio di Debian a non essere
> basati sul kernel Linux. Il supporto ai comuni programmi server è
> solido e unisce le funzionalità esistenti delle versioni di Debian
> basate su Linux con le peculiarità del mondo BSD. Tuttavia, per questo
> rilascio i due nuovi port sono limitati; ad esempio, alcune
> funzionalità avanzate per il desktop non sono ancora supportate.
>
> Un'altra novità assoluta è un kernel Linux completamente libero, che
> non contiene più firmware problematici. Questi sono stati divisi in
> pacchetti separati e spostati al di fuori dell'archivio principale
> Debian nell'area non-free del nostro archivio, la quale non è abilitata
> in maniera predefinita. In questo modo gli utenti Debian hanno la
> possibilità di utilizzare un sistema operativo completamente libero ma
> possono comunque scegliere, se necessario, di usare i firmware non
> free. I firmware necessari durante l'installazione possono essere
> caricati dal sistema di installazione; sono anche disponibili immagini
> CD e archivi tar speciali per installazioni basate su USB. Maggiori
> informazioni possono essere trovate sul sito Debian nella [1]pagina
> wiki sui firmware.
>
> Inoltre, Debian 6.0 introduce un sistema di avvio basato sulle
> dipendenze, rendendo così più rapida e robusta la partenza del sistema
> tramite l'esecuzione parallela degli script d'avvio e il corretto
> tracciamento delle loro dipendenze. Diverse altre modifiche, come
> l'introduzione dell'ambiente KDE Plasma Netbook, fanno sì che Debian si
> avvicini di più al mondo dei netbook compatti.
>
> Questo rilascio include le ultime versioni disponibili di molti
> software, tra i quali:
>  * Aree di lavoro e applicazioni KDE Plasma 4.4.5
>  * una versione aggiornata dell'ambiente desktop GNOME 2.30
>  * l'ambiente desktop Xfce 4.6
>  * LXDE 0.5.0
>  * X.Org 7.5
>  * OpenOffice.org 3.2.1
>  * GIMP 2.6.11
>  * Iceweasel 3.5.16 (una versione di Mozilla Firefox priva del
>   marchio)
>  * Icedove 3.0.11 (una versione di Mozilla Thunderbird priva del
>   marchio)
>  * PostgreSQL 8.4.6
>  * MySQL 5.1.49
>  * GNU Compiler Collection 4.4.5
>  * Linux 2.6.32
>  * Apache 2.2.16
>  * Samba 3.5.6
>  * Python 2.6.6, 2.5.5 and 3.1.3
>  * Perl 5.10.1
>  * PHP 5.3.3
>  * Asterisk 1.6.2.9
>  * Nagios 3.2.3
>  * Xen Hypervisor 4.0.1 (con il supporto per dom0 e per domU)
>  * OpenJDK 6b18
>  * Tomcat 6.0.18
>  * più di 29.000 altri pacchetti pronti per l'uso, generati a partire
>   da circa 15.000 sorgenti.
>
> Debian 6.0 comprende inoltre più di 10.000 nuovi pacchetti, come il
> browser Chromium, la suite di controllo Icinga, l'interfaccia Software
> Center per la gestione dei pacchetti, il gestore delle reti wicd, gli
> strumenti lxc per i container Linux e il framework per cluster
> Corosync.
>
> Grazie a questa ampia scelta di pacchetti, Debian ancora una volta
> rimane fedele al proprio obiettivo di essere il sistema operativo
> universale. Questo la rende adatta a molti utilizzi: dai sistemi
> desktop ai netbook, dai server ai cluster e per i server di database,
> web o storage. Allo stesso tempo, l'installazione automatica e i test
> di aggiornamento per tutti i pacchetti nell'archivio Debian assicurano
> che Squeeze soddisfi le aspettative che gli utenti ripongono in un
> rilascio stabile di Debian: elevata solidità e test rigorosi.
>
> A partire da Debian 6.0, le "Custom Debian Distributions" hanno preso
> il nome di [2]"Debian Pure Blends". La loro copertura è stata
> incrementata con l'aggiunta in Debian 6.0 di [3]Debian Accessibility,
> [4]DebiChem, [5]Debian EzGo, [6]Debian GIS e [7]Debian Multimedia alle
> già esistenti [8]Debian Edu, [9]Debian Med e [10]Debian Science "pure
> blends". È possibile [11]esplorare l'intero contenuto di tutti i blend,
> compresi i pacchetti futuri che gli utenti sono invitati a designare
> per l'inclusione nel prossimo rilascio.
>
> Debian può essere installata da diversi supporti di installazione, come
> dischi Blu-ray, DVD, CD e supporti USB oppure direttamente dalla rete.
> GNOME è l'ambiente desktop predefinito ed è contenuto nel primo CD.
> Altri ambienti desktop — come il desktop e le applicazioni KDE Plasma,
> Xfce o LXDE — possono essere installati tramite due immagini CD
> alternative. Si può anche scegliere l'ambiente desktop preferito dal
> menu di avvio dei CD/DVD. Sono inoltre disponibili con Debian 6.0 dei
> CD e DVD multi-architettura che supportano il processo di installazione
> per più architetture da un singolo disco. È stata enormemente
> semplificata anche la creazione di supporti di installazione USB
> avviabili; si veda la [12]guida all'installazione per ulteriori
> dettagli.
>
> Oltre ai normali supporti di installazione, Debian GNU/Linux può essere
> usata direttamente senza installazione. Le immagini particolari che si
> usano in questi casi, chiamate immagini live, sono disponibili per CD,
> supporti USB e boot da rete. Attualmente queste immagini sono fornite
> soltanto per le architetture amd64 e i386. È inoltre possibile usare le
> immagini live per installare Debian GNU/Linux.
>
> Il processo di installazione di Debian GNU/Linux 6.0 è stato migliorato
> in vari modi, attraverso una più intuitiva selezione delle impostazioni
> di lingua e tastiera, il partizionamento di volumi logici, RAID e
> sistemi cifrati. È stato aggiunto anche il supporto ai filesystem ext4
> e Btrfs e — per l'architettura kFreeBSD — al filesystem Zettabyte
> (ZFS). Il sistema di installazione di Debian GNU/Linux è disponibile
> ora in 70 lingue.
>
> Le immagini per l'installazione di Debian sono scaricabili via
> [13]BitTorrent (metodo consigliato), [14]jigdo o [15]HTTP; consultare
> la pagina [16]Debian su CD per ulteriori informazioni. Inoltre, i
> supporti DVD, CD-ROM e Blu-ray saranno presto disponibili tramite i
> numerosi [17]fornitori.
>
> Gli aggiornamenti a Debian GNU/Linux 6.0 dal precedente rilascio,
> Debian GNU/Linux 5.0 (nome in codice "Lenny"), nella maggior parte dei
> casi sono gestiti automaticamente dallo strumento di amministrazione
> apt-get e per buona parte anche dallo strumento analogo aptitude. Come
> sempre, i sistemi Debian GNU/Linux possono essere aggiornati senza
> fatica né interruzioni di servizio, tuttavia è fortemente
> consigliata la lettura delle [18]note di rilascio oltre alla [19]guida
> di installazione per eventuali problemi e per istruzioni dettagliate
> sull'installazione e l'aggiornamento. Le note di rilascio saranno
> ulteriormente migliorate e tradotte in altre lingue nelle settimane che
> seguiranno il rilascio.
>
> Informazioni su Debian
>
> Debian è un sistema operativo libero, sviluppato da migliaia di
> volontari da tutto il mondo che collaborano tramite Internet. La
> dedizione di Debian al software libero, la sua natura non a scopo di
> lucro e il suo modello di sviluppo aperto la rendono unica fra le
> distribuzioni GNU/Linux. I punti di forza essenziali del progetto
> Debian sono la sua base di volontari, la sua dedizione al Contratto
> Sociale di Debian e il suo impegno per fornire il miglior sistema
> operativo possibile. Debian 6.0 rappresenta un ulteriore importante
> passo in questa direzione.
>
> Riferimenti
>
> 1. http://wiki.debian.org/Firmware
> 2. http://blends.alioth.debian.org/
> 3. http://www.debian.org/devel/debian-accessibility/
> 4. http://debichem.alioth.debian.org/
> 5. http://wiki.debian.org/DebianEzGo
> 6. http://wiki.debian.org/DebianGis
> 7. http://blends.alioth.debian.org/multimedia/tasks/index
> 8. http://wiki.debian.org/DebianEdu
> 9. http://www.debian.org/devel/debian-med/
> 10. http://wiki.debian.org/DebianScience
> 11. http://blends.alioth.debian.org/
> 12. http://www.debian.org/releases/squeeze/installmanual
> 13. http://www.debian.org/CD/torrent-cd/
> 14. http://www.debian.org/CD/jigdo-cd/#which
> 15. http://www.debian.org/CD/http-ftp/
> 16. http://www.debian.org/CD/
> 17. http://www.debian.org/CD/vendors
> 18. http://www.debian.org/releases/squeeze/releasenotes
> 19. http://www.debian.org/releases/squeeze/installmanual
>
>
> --
> Per REVOCARE l'iscrizione alla lista, inviare un email a
> debian-news-italian-REQUEST a lists.debian.org con oggetto "unsubscribe". Per
> problemi inviare un email in INGLESE a listmaster a lists.debian.org
>
> To UNSUBSCRIBE, email to debian-news-italian-REQUEST a lists.debian.org
> with a subject of "unsubscribe". Trouble? Contact
> listmaster a lists.debian.org
> Archive: http://lists.debian.org/20110206145612.1494a6d3@debian.org



More information about the Talking mailing list