[linux_var] DL Urbani

Luigi B. luigi.b a aliceposta.it
Mer 12 Maggio 2004 12:35:57 UTC


Vi posto di seguito un messaggio che ho appena spedito all'ufficio relazioni 
con il pubblico della SIAE, vediamo se e cosa mi rispondono...



Salve,
vi scrivo in quanto visionando quanto riportato dal recente Decreto Legge 
Urbani mi risulta che entrerà in vigore un bollino virtuale chiesto e 
ottenuto da voi.

Vorrei inanzi tutto sapere cos'è questo bollino virtuale, come si ottiene, 
come si usa e, sopratutto, se avete intenzione di farlo pagare.

Vi cito un caso, io avevo intenzione di aprire un sito con un amico disabile, 
questo sito doveva basarsi sulla notorietà di questo mio amico data da molte 
imprese sportive che riesce a compiere nonostante la sua disabilità, il sito 
non sarebbe di certo aperto a fini di lucro, ma avrebbe la finalità di dare 
un messaggio di speranza, di conforto e di forza a coloro che hanno dei 
problemi nella vita, ora, con queste nuove leggi siamo molto indecisi e 
perplessi nel portare avanti la nostra iniziativa.

Inanzi tutto il rischio, se non apponiamo il bollino virtuale all'ultimo 
filmino online dell'ultima impresa di questo ragazzo, o su alcune foto della 
stessa impresa, rischiamo multe salatissime e/o addirittura il carcere?

Poi, il costo, se decidete di far pagare questo bollino, quanto ci costerebbe? 
Siamo tutti e due persone che lavorano come dipendenti per cifre di poco 
superiori o inferiori ai 1000 (mille) euro, la nostra sarebbe stata 
un'iniziativa di volontariato, avevamo in preventivo il costo di hosting del 
sito, il costo di mantenimento del dominio, il tempo per costruire e 
amministrare lo stesso sito sarebbe tutto a carico nostro (mio 
principalmente), ma con queste nuove regole quanto ci costerebbe in più?

Già che vi sto scrivendo vorrei anche sapere, per cortesia, per cosa userete 
le nuove tasse a voi destinate sui supporti di memorizzazione, sui software 
di masterizzazione e sui masterizzatori, visto che, facendo due conti, un 
hard disk da 120 GB che oggi si trova a 100 euro, quando ci sarà questa tassa 
di 0,36 euro a GB, costerà oltre 143 euro e a voi andranno 43 euro, visto che 
sono soldi miei, io non sono un pirata informatico (altrimenti non sarei così 
stupido da scrivervi questo messaggio) e, per la cronaca, non uso neanche 
programmi di p2p, vorrei proprio sapere per chi e/o per cosa saranno usati 
questi soldi.
Posso immaginare che con queste notevoli nuove risorse avrete intenzione di 
fornire servizi molto interessanti agli utenti dell'Internet di casa nostra, 
altrimenti non mi spiegherei cosa ci potreste fare con quella enorme mole di 
denaro che verrà sviluppata da simili entrate, per questo mi piacerebbe 
condividere con voi quelle nuove iniziative che riguardano lo stesso mondo di 
Internet e che sicuramente avrete in cantiere.

Ringraziandovi anticipatamente per le risposte, cordialmente vi saluto.

Luigi Bassetti

PS: per correttezza vi segnalo che questo messaggio e le sue eventuali 
risposte verranno visionate anche da altre persone interessate a questi 
argomenti.



More information about the Talking mailing list